Stiamo per affrontare quella trasformazione stagionale che ci porta dal caldo clima estivo al rigido inverno, ovvero l’autunno. Tale trasformazione non interessa solo il clima ma anche e soprattutto il nostro organismo che “naturalmente” si prepara e si adatta ad affrontare temperature sempre meno miti.

Proprio come la natura volge al suo ciclo involutivo anche il nostro organismo ha bisogno di liberarsi di ciò che è inutile e tossico, facendo si che le nostre naturali difese immunitarie si alzino.


La fitoterapia può aiutarti a ritrovare energia e ad affrontare le infezioni recidivanti, la malinconia, i disturbi della memoria e la predisposizione alle infezioni virali


Vi elenco qualche rimedio naturale fitoterapico più indicato per questo periodo dell’anno:


- Tarassaco: l’alleato del fegato: grazie alla presenza dei principi amari il tarassaco riattiva le funzioni digestive ed ematiche. Radice delle grandi proprietà depurative e drenanti facilita l’eliminazione delle tossine del distretto epatorenale, aiuta le alterazioni del flusso biliare e i disturbi di carattere digestivo compresa la flatulenza. Il fegato è uno degli organi più importanti per la nostra salute che se alleggerito dalle tossine permette una migliore funzione del sistema immunitario, essendo un filtro catalizzatore di residui dei farmaci, additivi alimentari, alcol, eccedenza ormonale (soprattutto in situazioni di stress elevato) e di tutte le sostanze tossiche ambiantali.


- Aloe Vera: vanta numerose proprietà con azione disintossicante, immunostimolante, antiossidante, antibatterica, antimicotica, antivirale e antinfiammatoria. Favorisce la rigenerazione dei tessuti essendo antinfiammatorio e riepitelizzante. La sua principale caratteristica è racchiusa nei mucopolisaccaridi (MPS), contiene inoltre numerose vitamine, sali minerali, enzimi e sostanze biochimiche uniche. Scegli sempre un’Aloe Vera da coltivazioni certificate, senza aggiunta di acqua, non pastorizzata, senza sodio benzoato e senza edulcoranti.


- Uncaria Tormentosa: svolge un’azione immunostimolante, immunomodulante, antivirale, antiossidante e adattogena, antiflogistica, antidolorifica e antinfiammatoria. È consigliabile prestare attenzione alla sua assunzione in concomitanza a terapie farmacologiche perché potrebbe creare interazioni.


- Echinacea: indicata nella profilassi e al trattamento delle malattie da raffreddamento, poiché presenta un’attività immunobiologica aumenta le difese endogene tramite la stimolazione aspecifica del sistema immunitario. Indicata sia nel trattamento preventivo che acuto di raffreddore e stati febbrili. Se ne consiglia quindi l’uso in caso di malattie da raffreddamento, affezioni recidivanti delle vie respiratorie e urinarie.


- Fermenti Lattici: buona parte delle nostre difese immunitarie parte proprio dall’intestino. Un complesso “ecosistema” di microrganismi che funge da “filtro-barriera”per le sostanze tossiche favorendo solo l’assorbimento delle sostanze nutritive necessarie ostacolando la proliferazione di microrganismi dannosi, aumentando la nostra resistenza alle malattie.


FLORITERAPIA


- Fiore di Bach n. 27 – Mustard: il fiore della luce, della gioia e della forza interiore, adatto per contrastare tristezza, malinconia, disperazione, impotenza e depressione senza una causa specifica giustificata.


Michele Starvaggi – Naturopata ed esperto in Floriterapia